domenica 10 luglio 2016

Erbazzone... per i quanti modi di fare e rifare


 ci siamo è ritornato l'appuntamento con le cuochine.. 
per i quanti modi di fare e rifare l'erbazzone 
una preparazione reggiana
in dialetto si chiama scarpassoun
perchè veniva usata anche la scarpa cioè la costa della bietola
è un vero pieno di verdure
buonissima
la ricetta origianle la possiamo vedere qui da nonna dani
Vediamo cosa ho usato
 1 kg di bietole
500 gr di spinaci
1 uovo
2 manciate di parmigiano
sale
olio
1 rotolo di pasta sfoglia light 
1 rotolo di impasto per pizza ai 5 cereali Buitoni 
come si prepara
 in una padella ho messo gli spinaci lavati 
ho coperto con un coperchio
lasciato cuocere per alcuni minuti
 in una pentola  ho lessato le bietolel avate con tutte le coste 
ho mescolato bietole e  spinaci 
ho aggiunto un filo d'olio e il  sale
ho lasciato insaporire per alcuni minuti facendo asciugare l'acqua
 ho tritato tutto
ho aggiunto del parmigiano: due manciate
 ho steso la soglia light
versato metà composto su metà sfoglia
 ho chiuso a mezzaluna
 ho messo in forno per 30 minuti a 220°
 ho aperto la sfoglia di pane
l'ho allungata rendendola più sottile 
ho versate il resto del composto
ho livellato le verdure
 ho chiuso la torta di pane a mezzaluna 
e nel frattempo che si cucinava  l'altra sfoglia l'ho posta in frigorifero
 ho infornato a 220° per 30 minuti
 ho lasciato raffreddare
ho tagliato a fette 
buonissima issima issima 
con questa ricetta partecipo ai quanti modi di fare e rifare 
la prossima volta a  settembre con 
buone vacanze

lunedì 20 giugno 2016

polpette alla napoletana:per cucina della Campania

eccoci di nuovo questo mese abbiamo postecipato al 20
una volta deciso il tema le polpette
ho iniziato a sfogliaare i libri di cucina napoletana
ed ho trovato ricette di  polpette come antipasto,come secondo,come contorno
ho deciso per queste polpette alla napoletana
sono polpette di carne
bisogna precisare che la cucina partenopea è una cucina di mare
vi sono pesci e verdure che la fanno da padrone
vediamo cosa ho usato
3 etti di carne tritata di manzo
60 gr di pane
1 uovo
sale q b 
un cucchiaio di uvetta e pinoli 
come si prepara
ammorbidire il pane con il latte o l'acqua
strizzatelo
mescolate tutti gli ingredienti
io ho tritato i pinoli e l'uvetta
formate piccole polpette
appoggiatele sulla carta forno
mettetele in forno per 15 minuti a 200° 
 se preferite si possono fare fritte
si può aggiungere il pomodoro
un sughetto fatto con passata di pomodoro,sale,aglio,basilico e un filo d'olio
una volta cotto
mettete le polpette nel sugo
servite
 se vi piace il contrasto dolce salato queste polpettine fanno per voi
ma vediamo le alttre regioni cosa ci offrono sono proprio curiosa
Liguria::polpette alla ligure
Puglia: polpette di melanzane al sugo
Calabria: purpette 'i risu (polpette di riso)
Lombardia: pulpete de marisan (le polpette di melenzane)
Campania: io poplpette alla napoletana
banner di Cucina e territorio di casa nostra


domenica 12 giugno 2016

Pane e Panella.... per i quanti modi di fare e rifare


pane e panella... per i quanti modi di fare e rifare
quando ho visto questa ricetta ero scettica 
non ho mai mangiato queste frittelle di ceci 
ho comprato la farina di ceci perché mi sembra giusto partecipare 
 ho dimezzato la dose 
 ma che sorpresa
 le panelle queste frittelle di ceci tipiche siciliane
 sono una vera delizia
 io l'ho arricchite con cumino, rosmarino, sesamo, prezzemolo, salvia, 
 ma per motivi di tempo non sono riuscita a fare il pane 
in questi ultimi giorni 
in questo mese a scuola siamo stati 12 ore al giorno 
più il lavoro da fare a casa 
per cui è stato impossibile preparare il pane 
ma ho tagliato due fette di pane integrale e due quadrati di panelle 
questa è la dose di carboidrati per il mio pranzo 
accompagnata da un po' di gamberi lessi e un bel pomodoro
 mi sono  deliziata 
ho seguito scrupolosamente la ricette
perché avevo paura che potesse venir male
 e invece devo dire la verità la ricetta è semplicissima 
viene molto bene
 inoltre ho anche fatto la raspatura 
cioè quei pezzetti irregolari che si tolgono nel tagliare i quadrati dritti delle panelle
 fritte anche loro come le panelle sono divine 
 in una pentola versate l'acqua fredda 
aggiungete la farina di ceci 
mescolate con una frusta  velocemente per evitare che si formino grumi  
mettete la pentola sul fuoco 
sul web ho visto che questa raspatura sareibbe le panelle dei poveri 
appunto  quello che supera, quello imperfetto 
sinceramente a me piace molto più del perfetto 
perché sono piccoli pezzetti per cui vengono molto più croccanti 
farei quasi tutta  raspatura 
vediamo cosa ho usato 
375 ml di acqua fredda 
125 grammi di farina di ceci 
un pizzico di sale 
 un misto di aromi: cumino, sesamo,semi di lino, rosmarino, prezzemolo, salvia 
 pane o panini 
volendo potete andare a vedere la mia ricetta di panini qui 
o prendere quella di acqua e farina-sississima
come si prepara 
è una preparazione semplice proprio come per la crema 
bisogna fare attenzione perché non si formino  grumi 
in una pentola versate l'acqua fredda 
aggiungete la farina di ceci 
 mescolate velocemente con una frusta 
appoggiate sul fuoco  medio 
 iniziate a cuocere girando sempre per evitare che si formino grumi 
aggiungete sale e le varie erbe 
 se preferite potete aggiungere anche solo prezzemolo
 mescolate 
 lasciate cuocere finché non diventa un composto denso 
se continuate a girare con la frusta non si formeranno grumi 
avrete un composto denso da stendere velocemente 
stendete subito su un foglio di carta forno 
io ho usato questo tappetino 
la parte al lato si vede che non è venuta stesa bene 
perché non sono stata veloce 
gli ultimi pezzettini lasciati  sono la raspatura 
aspettate un quarto d'ora 
tagliate in rettangoli regolari
 tutto il resto sarà raspatura 
friggete in una padella antiaderente con l'olio 
io olio evo
lasciate cuocere e servite con pane
con questa ricetta partecipo ai quanti modi di fare e rifare delle cuochine

martedì 7 giugno 2016

pasticciotto con crema e amarena

 pasticciotto con crema e amarena
questo è un dolce tipico partenopeo
che in casa mia si preparava quando arrivava la primavera
delle volte anche a Pasqua
mia nonna e poi mia mamma
preparava tutti gli ingredienti e poi si facevano aiutare
dai giovani presenti in casa
che delizia stendere quella crema soffice e golosa
profumata e irresistibile
ricordo che spesso pulivo la pentola
con un cucchiaio raschiavo tutte le pareti intorno
fino a farle brillare
poi si aggiungevano le amarene
che bontà
ma vediamo cosa ho usato
per la pasta frolla
300 gr di farina 00
150 gr di burro morbido
150 gr di zucchero semolato
2 tuorli
1 uovo intero 
come si prepara
mescolate la farina con il burro fino ad avere
 un composto granuloso
aggiungete lo zucchero e le uova
formate un panetto 
che va in frigo per 30 minuti
occorre
3 uova intere
4 cucchiai di zucchero
4 cucchiai di farina
1/2 litro di latte
limone scorza o vaniglia
come si prepara
in una pentola mettete le uova e lo zucchero
mescolate con una frusta
aggiungete la farina
mescolate
aggiungete a filo il latte
sempre mescolando
mettete sul fuoco
girate sempre con la frusta
verrà una crema consistente
e non troppo dolce
lasciate raffreddare
cosa occorre ancora
zucchero a velo
qualche fragola
assemblaggio
stendete la frolla 
tagliate 8 cerchi
foderate 4 stampi da crostatina
coprite bene aiutandovi con le dita tutto lo stampo
vesate in ogni crostatina 2 cucchiai di crema
aggiungete 1 o 2 amarene
coprite con gli altri dischi
chiudete i bordi ben bene
altrimenti durante la cottura fuoriesce la crema
in forno a 180° per 30-35 minuti
lasciate freddare
capovolgete spolverizzate di zucchero
mettete la crema avanzata in un sac a poche 
al centro delle crostatine appoggiate una grossa fragola 
 intorno fate due o tre giri di crema
con questa ricetta partecipo al contest
"I dolci della nonna"
per festeggiare i 10 anni di Dolci ricette

sabato 4 giugno 2016

torta con alici e mozzarella

le acciughe un pesce semplice
facile da pulire e da cucinare
mi piace molto e le utilizzo spesso
potete trovare diverse ricette nel mio blog
 qui la torta di acciughe di Benedetta Parodi
qui le polpette di acciughe
qui alici marinate e impanate preparate da mio marito
oggi invece vi lascio la torta  con alici e  mozzarella
questa torta è un dono per l'amica
vediamo cosa ho usato
1 confezione di pasta sfoglia light
buona ma leggera
20 acciughe
2 mozzarelle
2 uova intere
3 albumi
3 cucchiai di parmigiano grattugiato
sale
come si prepara
stendete la sfoglia
ricoprite con carta forno una teglia bassa
stendete la sfoglia
ricoprite il fondo con fette di mozzarella
in una ciotola montate leggermente uova e albumi
aggiungete il parmigiano ed il sale
versate tutto sulla mozzarella
aggiungete a raggiera le alici
in  forno a 180° per 30 minuti
servite

un dono goloso ma light prchè si avvicina la prova costume
forse tu non ne hai bisogno ma qualcuno,io, si
auguri 4 anni sono una importante ricorrenza e va festeggiata prepariamo un buffet
questa volta io porto il salato,spero ti piaccia

martedì 31 maggio 2016

torta di albicocche


sono a dieta una dieta bilanciata che mi permette di perdere i chili (speriamo) 
che ho in più in maniera lenta e si spera duratura
una o due volte a settimana ha nella merenda una brioche da 40 grammi che io finora non ho mai mangiato per paura di ingrassare poi invece mi viene il momento di golosità e sgarro allora ho deciso di seguire alla lettera questa dieta sperando di non osare troppo
sono andata nel blog di Antonietta e ho girato per un pò cercando qualcosa che mi piacesse avevo trovato dei biscotti che comunque contest o non contest farò  e poi ho visto questa torta alle albicocche adattissima per questo periodo inoltre nel frigo avevo proprio 5 albicocche
decido di prepararla,  mi reco in cucina prendo il nuovo frullino
peso, mescolo, monto
vario qualcosa perchè altrimenti non mi diverto
ed  ecco la mia merenda 
peso una fetta
accompaganta dal caffè 
goduria
secondo le regole del recipetionist si può variare un solo alimento
io ho sostituito il latte con altro yogurt
ma vediamo cosa ho usato
2 uova
120 + 1 cucchiaio+ 20 grammi di zucchero di canna
5 albicocche
180 gr di farina 0
 1 cucchaio di farina di riso
20 ml di olio
50 gr di yogurt + 60 gr di yogurt
2 cuccchiaini di lievito per dolci
come si prepara
lavate le albicocche
tagliatele a pezzetti
mettetele in un pentolino con un cucchiaio di zucchero
lasciate cuocere fino a spappolarsi
se necessario aggiungete un cucchiaio di acqua
lasciate raffreddare
nel frattempo
montate le uova con lo zucchero
aggiugete una volta avuta una spuma
l'olio,lo yogurt tutto(50+60)
la farina con il lievito
mescolate
oliate e zuccherate(20 grammi) lo stampo
versate il composto
aggiungete la composta di  albicocche
in forno a 180° per 30 minuti
lasciate raffreddare un minuto
capovolgete
zucchero a velo
partecipo con questa ricetta al
ospitato questo mese di maggio dal blog la trappola golosa
e qui la ricetta originale

e al contest aspettando l'estate ospitato dal blog petrusina

sabato 28 maggio 2016

focaccine con aromi

 queste focaccine sono un ottimo pane da portare in tavola da farcire con salumi
per accompagnare carni e pesci,formaggi,insalate miste
sono andate a ruba
cosa ho usato
300 gr di farina di semola rimacinata di grano duro
240 gr di farina 0
15 gr di lievito madre secco
3 dl di acqua tiepida
4 cucchiai di olio evo
1 cucchiaino abbondante di sale aromatico
per l'emulsione
4 cucchiai di olio evo
4 cucchiai di acqua
come si prepara
ho introdotto tutti gli ingredienti nella macchina del pane
azionato il programma impasto
dura 1ora e 30 minuti
ho diviso in 16 palline
le ho lavorate con le mani
schiacciate
lasciate  lievitare su due teglie al caldo per 30 minuti
mescolate l'acqua e l'olio
spennellate con l' emulsione le focaccine
in forno a  220° per 15 minuti
con questa ricetta partecipo a Panissimo 
 del blog sono io sandra e che  per questo mese di maggio
è ospitato dal blog i biscotti della zia
che sicuramente tutti conoscete
Per il mese di Aprile Cakes and Co. ospita Panissimo#40 !

Recent Posts

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...