mercoledì 25 marzo 2015

schiacciunta all'olio evo: ricetta toscana

























è un pò di giorni che sono presa da ricette regionali,
ho trovato due libri deliziosi
che sto leggendo in modo appassionato
passo da una regione all'altra per confrontare gli ingredienti
tra le varie ricette mi colpisce questa schiacciunta toscana
mi ricorda tanto una focaccia ma veloce e dolce
decido di provarla ma quando è pronta è buio
e purtroppo le foto non saranno belle
è un dolce profumato mentre scatto le foto
sono invasa da un profumo di dolce che ti avvolge,
ti prende, non riesco a resistere e ne assaggio un pezzo
mamma mia sa di casa, sa di antico, sa di campagna
è un dolce che mi riporta indietro nel tempo
a quando andavamo in campagna con i miei genitori
ne provo un  altro pezzetto
ottimo da mangiare il pomeriggio con un bel tè
la porto in casa e mentre vado al computr a scaricare le foto
in cucina entra mio figlio
mi chiede cosa è..ma come è buona....e
prende una fetta,ma come è buona...e
un'altra fetta così fino a che quando....
vado in cucina.... il piatto è vuoto
da rifare sicuramente
anche se ho già visto un'altra ricetta toscana che mi ha colpito
ma vediamo cosa occorre
in blu le mie modifiche
2 uova
200 gr di zucchero semolato
io 150 gr di zucchero
200 gr di burro
io150 gr di olio evo
1 bustina di lievito per dolci
200 gr di farina
io farina 0
limone grattugiato
zucchero a velo o in granella
come si prepara
in una ciotola mescolate le uova e lo zucchero
aggiungete l'olio e la farina  a poco a poco
infine il lievito
mescolate
foderate con carta forno
o oliate una teglia
versate il composto
aggiungete lo zucchero in granella
in forno a 180° per 30 minuti
io vi consiglio di provarla
è troppo buona
con questa ricetta partecipo al contest
di Consuelo "la mia Toscana"
di" i biscotti della zia" in collaborazione
con Versilia Format




34 commenti:

  1. Mi fa davvero piacere sapere che la cucina toscana ti stia intrigando :-) Sono felice di essere riuscita a farti avvicinare a queste ricette della tradizione e questa focaccia è sicuramente da provare :-)
    Grazie x la tua partecipazione, ti inserisco in elenco e ti auguro una felice giornata <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusa, ti chiedo solo di inserire il banner in home page come da regolamento, grazie!

      Elimina
    2. fatto tutto,grazie a te come già ti ho detto di aver pensato a questo contest,un bacio

      Elimina
  2. Non la conoscevo.. ma mi sa che è buonissima.. con la granella di zucchero sopra.. smack e buona giornata :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è buonissima si,si,un bacio a te cara

      Elimina
  3. Che buonaaaaa! Ne ho mangiata di schiacciunta a Firenze. . . che bontà !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non so se la mia è come quella ma di sicuro è molto buona,felice sera

      Elimina
  4. Ciao Paola, invece le foto rendono in pieno l'idea della bontà e della morbidezza di questo dolce meraviglioso, mi piace tantissimo, dev'essere troppo buono, adatto sia alla colazione che alla merenda, che meraviglia, bravissima, ti faccio tanti, tanti complimenti:)
    un bacione:))
    Rosy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sei sempre molto gentile,un bacione cara

      Elimina
  5. Già dalle foto si capisce che questo dolce merita !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. merita tanto, tanto,è buonissimo,un bacio

      Elimina
  6. Mmmm ha un bellissimo aspetto, e le foto rendono perfettamente! Brava

    RispondiElimina
  7. Risposte
    1. wow,anche noi lo abbiamo detto dopo averla assaggaita

      Elimina
  8. Le ricette regionali sono tutte molto interessanti, l'aspetto è ottimo, davvero invitante!
    Complimenti Paola, a presto

    RispondiElimina
  9. Grazie Paola, che golosa ricetta che non conoscevo!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero,non pensavo che qualcosa riguardante la cucina ti fosse sconosciuto tu che sei un pozzo di idee, é buonissima

      Elimina
  10. Este pan se ve riquisimo, gracias a la blogosfera aprendemos recetas de otros paises que hasta el momento ingnorabamos y que se ven divinas, besos
    Sofía

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è una golosa ticetta toscana che neanche io conoscevo,un bacio a te

      Elimina
  11. Una focaccia dolce... buonaaaa, la proverò!!
    Un abbraccio buona serata!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. provala,è davvero buona,felice sera a te

      Elimina
  12. Ma che bella descrizione, simpatica e coinvolgente, un dolce irresistibile .... ovviamente sarà sulla mia tavola sabato mattina :-)
    Grazie per la ricetta :-)
    A presto ....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. lieta di sapere che sono stata convincente,un bacio

      Elimina
  13. Non ho mai usato la farina di tipo 0 nei dolci e la tua schiacciunta mi intriga molto.
    Brava Paola!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io da quando sono a Pesaro la uso e mi trovo bene,un bacione

      Elimina
  14. chissà poi perché "schiacciunta", non mi pare molto unta! :)
    però mi piace l'idea della focaccia, bassa, dolce!
    ps. mi consola che anche a casa tua basta girarsi un attimo e...il piatto è vuoto!!!
    buona giornata Paola!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a non sono l'unia a cui succede di trovare tutto finito,un bacio cara,ho pensato schiacciunta perchè schiacciata bassa ma questa è stata una mia deduzione cercherò per sapere notizie in merito,un bacio

      Elimina
    2. cercando in internet ho scoperto che anticamente era una sottile focaccia ricoperta da grasso di maiale,ecco perchè unta,nel libro di ricete regionali non si riportava questa versione,anche se vorrei provarla,questa versione la preferisco

      Elimina
  15. Com'è interessante leggere e provare ricette di altre regioni, allargare le conoscenze e provare nuovi sapori......mi piace molto la tua focaccia e posso capire perchè sia finita così presto!!!
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è verissimo spaziare anche dal punto di vista mangereccio ti apre gli orizzonte,è molto interessante vedere ricette tipiche di zone diverse,assaggairne i sapori,carpirne i segreti,qui me la richiedono di nuovo,grazie cara

      Elimina

ingredienti

acciughe aceto albicocche albume alcool alkermes amarene amido anguria o cocomero arancia arista aromi asparagi avena baccalà banana basilico bicarbonato bietole birra biscotto branzino brioche bucce di cavolo burro burro d'olio cacao caffè canditi carciofi carne carne tritata cavolfiore ceci cime di rapa cioccolato corn flakes crema crusca fagioli fagiolini farina farina di castagne farina ai 5 cereali farina di ceci farina di cocco farina di farro farina di mais farina di mandorle farina di riso farina di segale farina di semola farina Electa farina integrale fecola fichi formaggio formaggio spalmabile fragole frutta secca frutti di bosco fruttosio funghi gamberi gelatina glucosio grano grissini guanciale lasagna latte latte condensato latte di mandorla lievito lievito di birra lievito madre secco mafalde maizena mandarini mandorle Manitoba marmellata marzapane mascarpone mela melanzane meringhe merluzzo miele mozzarella nocciole noce nutella olio olive orata orzo pan di spagna pancarrè pancetta pandoro pane pane grattugiato pane raffermo panna panna da cucina parmigiano pasta pasta brisee pasta di riporto pasta madre pasta per pizza pasta sfoglia patate pavesini peperone pere PESCE pesto petto di tacchino piadina piselli pizza polpo pomodoro prosciutto provola ricotta riso riso soffiato rum salmone salsiccia savoiardi semi semolino speck spinaci spumante tacchino tagliatelle tonno torrone uova uvetta verdura verdure verza vino vongole yogurt yogurt greco zafferano zenzero zucca zucchero zucchero di canna zucchina
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...